Come creare un concept per l’hotel

“La sfida è andare oltre la funzione, creando ambienti confortevoli che invitino ad essere vissuti e siano in grado di trasformare il soggiorno in un’esperienza da ricordare. Ogni momento di contatto tra brand e ospite si traduce prima di tutto in sensazioni ed emozioni e poi diventa vacanza” – Daniele Girardi, Architetto INUP Tourism 

 

Quando si parla di turismo necessariamente facciamo riferimento al tema dell’accoglienza e quando questa diventa il nostro “prodotto” allora tutto deve essere contestualizzato in un quadro coerente.

All’inizio, o meglio alla base, ci deve essere una scintilla, un’idea forte in base alla quale concepire l’intera struttura ricettiva, nonché la sua gestione.

È da qui che nasce il concept di un hotel, che non va inteso semplicemente come il nucleo di partenza per il layout fisico della struttura: il concept abbraccia questi aspetti ma anche tanti altri, a partire dal tipo di servizi, di dettagli, di cura e di esperienza che compongono l’offerta complessiva.

Cosa si intende per Concept 

Nel suo senso più generale, è l’identificazione sintetica dell’idea di un nuovo prodotto, servizio o progetto di comunicazione.

Potremmo quindi dire che il concept del tuo hotel coincide – o dovrebbe coincidere – con l’insieme degli elementi per i quali vorresti che la tua struttura ricettiva fosse ricordata nel tempo. La creazione del concept poi è un passaggio che aiuterà ogni singola decisione successiva, così da poter garantire una coerenza di fondo tra ciò che viene comunicato – e promesso – al pubblico e ciò che viene poi effettivamente vissuto dagli ospiti.

Il “Tone of Voice” usato sul sito web dell’hotel e in generale nella comunicazione, le scelte in campo di web e interior design, gli aspetti emozionali delle stanze e degli spazi comuni: la coerenza tra questi elementi deve essere scrupolosamente perseguita e rispettata. 

Come vedrai, il concetto di coerenza tornerà spesso in questa breve guida alla creazione di concept per hotel! 

Per posizionarsi in modo efficace e riconoscibile sul mercato è essenziale partire da un concept ben preciso, in base al quale poi definire le successive strategie in campo di Revenuemarketing®.

 

Le fasi di creazione del concept

La prima fase della creazione di un concept è quella del brainstorming. Ancor prima, però, è necessario aver raccolto le idee, le esigenze, i sogni e i desideri dei clienti: la struttura esistente potrà partire quindi da un attento ascolto dei propri ospiti, mentre una nuova struttura dovrà sfruttare strumenti e strategie di altra natura per analizzare i bisogni del pubblico di riferimento, come ricerche di mercato e la creazione delle buyer personas.

Il brainstorming trova la sua base nei pensieri dei clienti, nelle esigenze e inclinazioni della proprietà, nei trend di viaggio, per mettere insieme le idee circa le emozioni e le esperienze che si desidera far vivere ai propri ospiti. 

Anche gli strumenti del Revenuemarketing®  concorrono a definire questa visione di partenza, fornendo le linee di posizionamento e gli obiettivi raggiungibili. 

In seguito alla strategia di posizionamento, che contestualizza il potenziale della struttura e della destinazione in una visione univoca, andranno sviluppate:

  • Identità visiva: capace di parlare un linguaggio identitario, coerente e autentico;
  • Identità sensoriale: per trasformare il soggiorno in esperienza attraverso sensi e percezioni;
  • Identità architettonica: per creare un progetto che va oltre la funzione, integrando l’architettura in un contesto generale di posizionamento ed esperienza.

In base a questi elementi diventerà più facile creare il concept dell’hotel, e con esso l’identità unica – e coerente nei suoi vari aspetti – della struttura ricettiva.

Il risultato è un concept in grado di trasmettere e riassumere lo spirito di ospitalità della struttura, il suo impegno quotidiano, nonché il tipo di esperienza che viene garantita al cliente.

 

Come coordinare il concept in tutte le sue declinazioni 

Una volta definito il concept dell’hotel è necessario implementare la scelta fatta a diversi livelli. 

La vacanza inizia nella mente dell’ospite molto prima di mettere il piede in struttura: il Customer Journey nel settore turistico vive infatti di suggestioni raccolte attraverso i canali digitali, nella fase di ricerca e pianificazione del viaggio.

Per questo è importante che ci sia coerenza tra il design delle stanze e degli spazi comuni e la comunicazione dell’hotel, che va adattata ai diversi canali (dal sito web ai social network, dalle newsletter ai video promozionali) mantenendo lo stesso tono di voce, lo stesso stile e i medesimi obiettivi.

 La Value Proposition definita deve dunque essere concretizzata a tutti i livelli, per offrire un percorso lineare all’ospite: si tratta di una linea che connette i più diversi aspetti, dalla comunicazione ai colori e ai materiali selezionati per ambienti interni ed esterni della struttura, allo stile di accoglienza del personale, fino ai pacchetti e alle esperienze promosse dalla struttura.

 

Quando un concept genera vendite

Come dimostra il Revenuemarketing®️ il prezzo di vendita non si stabilisce semplicemente in riferimento ad un pubblico ed al suo potere di spesa, ma deve essere definito a partire da un’attenta considerazione della struttura, dei servizi, dei costi, dei dati storici, e della reputazione online. Solo in questo modo sarà possibile ottenere un posizionamento tariffario coerente, adeguato ed efficace, capace di aumentare le vendite attraendo i giusti ospiti.

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

articoli correlati